roberto-gualtieriMi chiamo Roberto Gualtieri e sono membro della Direzione nazionale del Partito Democratico.

Mi sono impegnato sin dalle origini nella costruzione del Pd, una grande forza pluralista fondata sulla partecipazione attiva dei cittadini e fortemente radicata nella società italiana.

Nel maggio 2014 sono stato rieletto al Parlamento europeo per un secondo mandato nelle liste del PD nella circoscrizione dell’Italia centrale (Lazio, Toscana, Umbria e Marche), ed il 7 luglio dello stesso anno sono stato eletto Presidente della Commissione per i problemi economici e monetari.

Sono anche membro sostituto della Commissione Affari Esteri e della Commissione affari costituzionali.

Ho partecipato all’elaborazione della bozza di nuovo Trattato per l’Unione europea promossa dal “Gruppo Spinelli”, di cui faccio parte.

Sono inoltre stato nominato come uno dei sei membri del Brexit Steering Group del Parlamento Europeo, nonchè come uno dei tre lead representatives del PE, cioè diretti interlocutori della Commissione europea nelle negoziazioni Brexit.

Come la maggior parte dei miei coetanei (sono nato nel 1966) credo fermamente nel processo di integrazione dell’Unione europea, intesa come solido e democratico legame tra Stati sovrani.

Nel corso della mia attività al Parlamento europeo dal 2009 ad oggi:

  • Sono stato eletto, nel 2010, membro del team negoziale del Parlamento europeo per la creazione del Servizio europeo per l’Azione Esterna
  • In commissione AFCO sono stato relatore ombra per il gruppo S&D sulla Modifica dell’atto elettorale europeo 1976.
  • In commissione Bilanci, ha preso parte ai negoziati sulla conciliazione tra Parlamento europeo e Consiglio per il progetto di bilancio 2011.
  • Nel 2011 ho negoziato a nome del Parlamento europeo il Trattato sulla stabilità, sul coordinamento e sulla governance nell’Unione economica e monetaria ( “Fiscal Compact”)
  • Sono stato nominato co-relatore per la modifica dell’articolo 136 del Trattato sul Funzionamento dell’Unione europea per l’istituzione del Meccanismo di Stabilità Europeo (il cosiddetto “Fondo salva stati”).
  • In commissione Sicurezza e difesa sono stato relatore sullo sviluppo della politica di sicurezza e di difesa comune a seguito dell’entrata in vigore del trattato di Lisbona.
  • Nel 2012-2013 membro del gruppo di lavoro presieduto da Herman Van Rompuy (presidente del Consiglio europeo) per la riforma dell’Unione economica e monetaria.
  • Nel 2013 sono stato relatore sulla revisione del SEAE.
  • Sono stato eletto, il 7 luglio 2014, Presidente della Commissione per i problemi economici e monetari.
  • Sono anche professore associato di Storia contemporanea dell’Università di Roma “La Sapienza” e vicedirettore della Fondazione Istituto Gramsci. Ho scritto numerosi libri sulla storia del XX secolo e del processo di integrazione europea.