CHIUSO L’ACCORDO SU PROGRAMMA INVESTEU, 650 MILIARDI DI INVESTIMENTI DAL 2021 AL 2027
20 Marzo 2019
Il dilemma della Brexit e le lezioni per il futuro
3 Aprile 2019

“Dopo l’ennesima sconfitta di Theresa May il rischio di un drammatico no deal si fa più concreto. Occorre che il Parlamento britannico prenda immediatamente il controllo di un processo gestito in modo fallimentare dal governo conservatore, o si dia la parola ai cittadini.

Lo dichiara Roberto Gualtieri, membro del Brexit Steering Group ed Eurodeputato del Partito Democratico.

“In ogni caso – continua Gualtieri – un’estensione più lunga appare necessaria e se essa verrà chiesta da Londra il Consiglio europeo del 10 aprile dovrà garantirla, nel quadro di una chiara roadmap per definire una relazione più stretta tra il Regno Unito e l’Ue – sulla base di un’unione doganale o una partecipazione del Regno Unito al mercato unico – o indicendo un nuovo referendum.

L’incapacità del governo May di approvare un accordo negoziato per quasi due anni non dimostra solo la debolezza del Governo e del suo Primo Ministro, ma esprime le contraddizioni e i limiti di fondo del progetto Brexit, che dovrebbe ora essere rimesso in discussione.

In tutti gli scenari che ora si aprono – conclude Gualtieri – priorità assoluta deve essere tutelare i diritti dei cittadini che non possono essere le vittime dei fallimenti del governo conservatore e dei sostenitori della Brexit.