Economia: Gualtieri (Pd) a “la Repubblica”, sul prossimo anno pesa un buco da 32 miliardi (Nova 02/01/2019)

MERCOLEDÌ 02 GENNAIO 2019 09.14.24

Economia: Gualtieri (Pd) a “la Repubblica”, sul prossimo anno pesa un buco da 32 miliardi

Economia: Gualtieri (Pd) a “la Repubblica”, sul prossimo anno pesa un buco da 32 miliardi Roma, 02 gen – (Nova) – Il parlamentare europeo del Pd, presidente della commissione Affari economici a Strasburgo, Roberto Gualtieri, in una intervista a “la Repubblica” parla dell’accordo sulla manovra 2019 tra Commissione Ue e governo giallo-verde: La procedura sul debito italiano e’ stata evitata ma i problemi sono solo rimandati visto che Salvini e Di Maio con questa Legge di bilancio lasciano in eredita’ al Paese un buco da almeno 32 miliardi. La commissione Affari economici del Parlamento europeo e’ l’organo al quale, tra le altre cose, e’ affidato il controllo democratico sul lavoro dei commissari Ue che si occupano di conti pubblici, Dombrovskis e Moscovici, e del presidente della Bce, Mario Draghi. Con loro per ragioni istituzionali l’esponente del Pd – da anni pontiere ombra tra Roma e Bruxelles – si consulta regolarmente: “Per arroganza e incompetenza – ricorda – il governo ha fatto un colossale pasticcio costato caro all’Italia sui mercati. Prima hanno festeggiato al balcone, poi quando hanno capito che rischiavano procedura Ue e crisi finanziaria hanno fatto marcia indietro riconoscendo di avere presentato stime irrealistiche e dimezzando la manovra con tagli da 10,2 miliardi. Tra l’altro con scelte pessime che pur di far partire reddito di cittadinanza e quota 100 prima delle europee hanno colpito investimenti, pensioni e assunzioni. Per non parlare dei 2 miliardi di tagli aggiuntivi pudicamente definiti ‘accantonamenti’. Scelte che non possono essere imputate alla Commissione Ue, che pur avendo concesso 15 miliardi di flessibilita’ dopo una discussione interna ha deciso di dare indicazioni solo sui saldi e non sulle specifiche misure”. (segue) (Res) NNNN

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *