UE, A ROMA CONVEGNO CON PRODI, BARBAGALLO, FURLAN (9Colonne 12/11/2018)

LUNEDÌ 12 NOVEMBRE 2018 09.03.56

UE, A ROMA CONVEGNO CON PRODI, BARBAGALLO, FURLAN

UE, A ROMA CONVEGNO CON PRODI, BARBAGALLO, FURLAN (9Colonne) Roma, 12 nov – Questa mattina, nell’aula magna del Rettorato della Sapienza Università di Roma, sindacalisti, politici, esponenti della società civile e del volontariato, intellettuali e docenti universitari riuniti per il convegno “Italia, Europa: un nuovo riformismo”, promossa da Fondazione Achille Grandi, Fratelli Rosselli, Koiné, L’Italia Che Verrà, Mondo Operaio e Riformismo e Solidarietà. Sedici relatori, tre tavole rotonde e un’intera giornata per parlare di come il riformismo debba innovarsi, per rispondere alle sfide poste dalle prossime elezioni per il rinnovo del Parlamento europeo. L’obiettivo è “avanzare proposte che, creando discontinuità con la stagione dell’austerità, siano capaci di assicurare coesione sociale, lavoro e integrazione europea. Tutto ciò nella convinzione che, da un lato, il perimetro del futuro degli italiani è l’Europa e le sue radici democratiche e solidali e, dell’altro, occorre il contributo determinante della società civile”. E proprio i corpi intermedi, e in particolare il sindacato confederale, insieme alla società civile, sono i protagonisti delle tre tavole rotonde dedicate a: coesione sociale e uguaglianza, coordinata da Vittorio Martone (Università di Torino); lavoro e sviluppo, coordinata da Pier Paolo Baretta (Riformismo e Solidarietà); Europa e democrazia, coordinata da Giuseppe Vacca (L’Italia Che Verrà). Ad aprire i lavori saranno Luigi Covatta (Mondo Operaio) e Raffaele Morese (Koinè). Tra i relatori: Romano Prodi, Carmelo Barbagallo, Nino Baseotto, Marco Gay, Enrico Giovannini, Roberto Gualtieri, Anna Maria Furlan, Roberto Rossini, Luca Visentini. Nel corso del convegno saranno presentati i risultati della ricerca “Coesione sociale, Lavoro, Europa sui social media italiani”, realizzata dal Gruppo Epoka in collaborazione con Ipazia. (PO / red) 120903 NOV 18 

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *