L’Europa della solidarietà

Questa mattina ho sottoscritto l’appello per un’Europa solidale, promosso dal Forum Terzo Settore e da Concord Italia (la confederazione delle Ong europee per l’aiuto e lo sviluppo. Nello specifico si tratta di cinque punti programmatici che
auspicano la lotta alla povertà e alla diseguaglianza, il sostegno alla cooperazione allo sviluppo, il superamento della
logica “securitaria” nelle politiche dell’immigrazione e la riforma del sistema finanziario.

Sono convinto che occorra edificare una dimensione sociale dell’Unione economica e monetaria anche attraverso l’introduzione di parametri sociali vincolanti nel quadro della procedura di vigilanza del semestre europeo. In questo quadro, il terzo settore e l’impresa sociale sono attori fondamentali che occorre sostenere anche attraverso la definizione di uno statuto giuridico europeo delle associazioni.

La lotta ai paradisi fiscali, inoltre, deve essere una priorita’ della prossima legislatura, e occorre introdurre il divieto di spostare la sede fiscale in Stati membri diversi dal Paese d’origine.

 

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *