Il lavoro politico non si misura (solo) in ditate su un pulsante (EuNews, 22 aprile 2014)
22 Aprile 2014
8 punti per un’Europa migliore
23 Aprile 2014

Per realizzare un vero cambiamento in Europa bisogna innanzitutto abolire la Troika. Le sue tipiche funzioni di verifica connesse agli aiuti finanziari , a mio parere, andrebbero attribuite alla Commissione europea sotto il controllo del Parlamento.

La procedura del semestre europeo, inoltre, va sottoposta alla codecisione tra Consiglio e Parlamento: un risultato che in assenza di una riforma dei trattati può essere raggiunto attraverso un accordo interistituzionale, come chiesto dal mio rapporto approvato a larga maggioranza in plenaria lo scorso dicembre.

La democrazia in Europa è stata il cuore della crisi, e può essere la chiave del superamento di quest’ultima. Il nuovo rapporto fiduciario tra Parlamento e Commissione – che la nuova procedura per la scelta del suo presidente è destinata a inaugurare sulla base del risultato delle prossime elezioni – rappresenta un primo importante passo verso la costruzione di un’Europa democratica e di una democrazia europea.